Hitler a colori con Eva Braun

Hitler a colori con Eva Braun

La scena tratta da un raro video a colori su pellicola 16 mm varie riprese a colori ritrae Hitler con Eva Braun nel maggio 1940 nella sua residenza a Bergholf erroneamente chiamata “Nido d’Aquila”.

Berghof era inizialmente una piccola casa di vacanza, chiamata Haus Wachenfeld. Fu costruita da un uomo d'affari di Buxtehude, Otto Winter. Morto Otto Winter la vedova affittò la casa a Hitler per 100 Reichsmark nel 1928.

Nel 1933 Hitler riuscì ad acquistare la casa grazie alle vendite di Mein Kampf.

Il luogo, molto scenografico, si trova in un punto dove sembra che il lago Königssee sia vicinissimo, ed è situato sulla stessa montagna che ospita il Kehlsteinhaus, o Nido d'Aquila che fu raramente visitato da Hitler a causa della sua paura per l'altitudine.

Spesso per errore si identifica la residenza di Hitler proprio con il Nido d’Aquila che invece fu usato raramente per eventi; Ad esempio ospitò il ministro degli esteri italiano Galeazzo Ciano nel 1939  o il 17 ottobre 1940 in cui ebbe come ospite la principessa Maria José. Non fu mai usata come struttura militare.

Molte case di montagna furono costruite nelle vicinanze dai gerarchi nazisti (con edifici annessi per il loro personale e la loro sicurezza).

Articolo di: Antonio Schivardi



Personaggi citati nell'articolo

Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento