Saddam Hussein viene impiccato a Bagdad

Saddam Hussein viene impiccato a Bagdad

Il 30 dicembre 2006 l'ex-dittatore dell'Iraq Saddam Hussein è giustiziato mediante impiccagione.  E' finita così, a Bagdad, pochi minuti prima delle 6 locali - le 4 in Italia - la parabola del dittatore iracheno. La notizia dell'avvenuta esecuzione è stata data per prima dalla tv irachena al Hurra, legata agli americani, ed è stata poi confermata dalla tv di Stato

Cappotto e pantaloni neri, Saddam è stato accompagnato al patibolo da quattro uomini incappucciati e uno a volto scoperto,  rifiuta il cappuccio nero e accetta che gli venga poggiato del tessuto intorno al collo, là dove la corda si stringerà.

Al Rubaie ha raccontato che Saddam aveva chiesto una copia del Corano: "Ha letto alcuni versi, poi l'ha riconsegnato".

L'ex dittatore ha fatto in tempo a dire alcune parole al suo popolo: ha esortato gli iracheni a "restare uniti", e ha denunciato la "coalizione iraniana": "Vi metto in guardia - ha detto Saddam - non date loro fiducia, questa gente è pericolosa".

Saddam è stato impiccato all'interno di uno dei centri utilizzati dal deposto regime per torturare i dissidenti. Sami al-Askari ha detto che la sentenza è stata eseguita nel vecchio quartier generale dei servizi segreti dell'era Saddam, sottolineando il significato simbolico della scelta: "L'esecuzione ha avuto luogo nell'edificio della quinta sezione dell'ex direzione generale dell'intelligence a Kadhimiyah", dove furono eliminati molti nemici dell'ex raìs.

Si conclude così la storia di un uomo che governato il paese mediorientale, grazie ad uno spietato apparato militare, per circa un quarto di secolo.

Il corpo di Saddam, consegnato al capo della tribù cui apparteneva, è sepolto nella tomba di famiglia nei pressi del villaggio natale.

Articolo di: Pietro Frattini



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento