Primo afroamericano iscritto all'università

Primo afroamericano iscritto all

Il 24 settembre 1962 la Corte d’appello degli Stati Uniti ordina all’Università del Mississippi di ammettere James Meredith, primo ragazzo di colore a iscriversi in una università.

James Meredith dopo aver servito nell’Us Air Force per nove anni decide di iscriversi all’università del Mississippi (detta la Ole Miss) che rifiuta l'iscrizione per motivi razziali.

La Corte suprema il 24 settembre Stche la segregazione razziale nelle università è anticostituzionale ma all’università si rifiutano di iscriverlo. La questione, a un certo punto finisce sul tavolo di Robert Kennedy, ministro della Giustizia. Kennedy studia le carte e decide che è ora di finirla con i segregazionisti del sud.

Chiama il capo degli Us Marshal, James McShane, e gli dice soltanto: “Vada giù e mi iscriva questo ragazzo all’università”, e gli affianca l’avvocato John Doar, procuratore generale degli Stati Uniti per i diritti civili. Kennedy assegna a McShane un reggimento della Guardia Nazionale e due carri armati.

Alla testa del suo piccolo esercito McShane arriva nella cittadina di Oxford, dove ha sede la Ole Miss. E si trova di fronte almeno un migliaio di cittadini guidati dal governatore dello stato, Ross Barnett, e alla testa della folla c’è anche il senatore dello stato George Wallace.

La battaglia va avanti per tutto il giorno. I soldati vengono bombardati con sassi e pezzi di mattoni e molotov da centinaia di manifestanti bianchi, non solo studenti, che cantano “Two, four, six eigth, we will never integrate”. Alla fine ci saranno due morti (fra cui un reporter francese) e decine di feriti. Però c’è anche la resa.

McShane, protetto da due ali di soldati della Guardia Nazionale, e con la sua 45 nella fondina, prende per mano James Meredith, l’avvocato Doar dall’altra parte e insieme percorrono i pochi metri fino all’ingresso dell’università. Salgono i gradini e vanno dritti in segreteria. All’incaricato McShane si limita a dire: “Sono venuto a iscrivere questo ragazzo all’università”. E Meredith viene infine iscritto.

Il capo della Us Marshal raccoglie i suoi uomini, fa voltare i due carri armati e se ne va: il primo ragazzo nero dell’intera storia americana è stato iscritto in una università.

Da quel giorno nessuna università americana si è più permessa di dire no a un ragazzo nero.

Purtroppo la vicenda non finisce qui. Meredith si laurea in scienze politiche il 18 agosto del 1963. Ma il 6 giugno 1966, mentre partecipa a una marcia della pace da Memphis a Jackson (la “marcia della paura”) viene colpito da un cecchino. La fotografia di Meredith steso sull’asfalto che cerca di ripararsi dietro a un’auto fa il giro del mondo e copre di disonore i segregazionisti del Mississippi.

Articolo di: Filippa Marinetti



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento

Cliccando sul pulsante potrai accedere alla pagina di Facebook de IL MEMORIALE e commentare l'articolo.