Salvati dalle nuvole, condannati dal sole

Kitaky, letteralmente "città del nord Ky, è una città della prefettura di Fukuoka, nell'isola di Kyishi, in Giappone, uno dei suoi distretti industriali è Kokura.

Le sue fabbriche di armi dovevano essere spazzate via dalla bomba atomica “Fat Man” il 9 agosto del 1945.

Il B-29 statunitense, chiamato Bock’s Car, che avrebbe dovuto sganciare la bomba sorvolò per tre volte la città. Furono le cattive condizioni meteorologiche e il fumo che si alzava dalla vicina città di Yahata, bombardata il giorno precedente, a salvare Kokura. Inoltre dei lavoratori bruciarono botti di catrame di carbone e rilasciarono vapore da una centrale elettrica aumentando la coltre che impedì ai militari Usa di visualizzare l’obiettivo.
Il bombardiere rimasto solo con la quantità di carburante che gli avrebbe permesso il viaggio di ritorno optò per il secondo obiettivo nella lista ovvero Nagasaki.


Circa 57mila persone furono risparmiate a Kokura.

Circa 80mila persero la vita a Nagasaki.

 

Articolo di: Pietro Frattini



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento