L'ultimo regalo di Viola alla Roma

L

Natale 1990.

Dino Viola non è soddisfatto della sua Roma. La squadra in Campionato sta facendo fatica e il futuro di Ottavio Bianchi sulla panchina della Roma è in discussione. Il nuovo allenatore non è amato dai tifosi e non è riuscito ad entrare in sintonia con il Presidente Viola.

Dino Viola passa il Natale a pensare con chi cambiare Bianchi, fino a quando ha un’idea.

Alza la cornetta del telefono e chiama in Brasile. Chiama a casa Falcão.

“Ciao Paulo, come stai?”
“Tutto bene Presidente.”
“Ti va di venire ad allenare la Roma?”

Paulo Roberto Falcão in quel periodo sta allenando la Nazionale Brasiliana ma la Roma è la Roma. Non ha dubbi. Accetta. È il suo sogno tornare.

È tutto fatto, mancano solo le firme.

“Paulo io sono a Cortina. In un paio di giorni faccio preparare i contratti e poi mi raggiungi in Montagna.”

Quell’incontro però non ci fu mai. Qualche giorno dopo il Presidente si ammaló e il 19 Gennaio del 1991 morì.

Falcão allenatore della Roma sarebbe stato il suo regalo di Natale per i tifosi. L’ennesimo.

Articolo di: Pietro Frattini



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento

Raccomandate on line