Come nasce una canzone: Bohemian Rhapsody

Come nasce una canzone: Bohemian Rhapsody

Era il 31 ottobre del 1975 quando 'Bohemian Rhapsody' dei Queen, inclusa nell'album 'A Night at the Opera', fece il suo debutto in radio.

Le registrazioni cominciarono il 24 agosto 1975 presso il Rockfield Studio 1 in Galles, dopo 3 settimane di prove a Herefordshire. L’intuizione di aggiungere l’opera fu di Freddie Mercury, che fu subito appoggiato dai compagni di band, con cui convinse il produttore Baker. Le registrazioni durarono sei settimane, girando per altrettanti studi: pare fosse difficile reperire i 180 nastri di voci per 70 parti d’opera. Cui si sommano i pezzi di pianoforte (suonato da Freddie, lo stesso di Paul McCartney per Hey Jude).

Il risultato finale è un brano della durata di 5.55, composto da quattro parti: ballata, assolo di chitarra (di May), opera, hard rock e poi di nuovo ballata nel finale.

In un'intervista al Daily Mail è Tim Rice che ha lavorato con il leader dei Queen all'album "Barcelona" e seondo il quale, le prime parole della canzone, sono l'annuncio al pubblico della sua omosessualità.

"Mamma, ho appena ucciso un uomo. Gli ho puntato la pistola alla testa, ho premuto il grilletto e ora lui è morto", si sente nella canzone, parole con cui Freddie Mercury ha voluto confessare di aver effettivamente ucciso la sua vecchia immagine, come a dire "il vecchio Freddie eterosessuale è morto. Ha distrutto quell'uomo e ora sta cercando di vivere con il nuovo".

Il biografo del leader dei Queen, Lesley - Ann Jones, sostiene da tempo questa interpretazione e, sempre secondo il Daily Mail, l'ultimo compagno del musicista Jim Hutton, (morto nel 2010), ha confermato questa teoria al giornalista.“

 

Bohemian Rhapsody Queen

Is this the real life?

Is this just fantasy?

Caught in a landslide,

No escape from reality.

Open your eyes,

Look up to the skies and see,

I’m just a poor boy, I need no sympathy,

Because I’m easy come, easy go,

Little high, little low,

Anyway the wind blows doesn’t really matter to me, to me.

Mama, just killed a man,

Put a gun against his head,

Pulled my trigger, now he’s dead.

Mama, life had just begun,

But now I’ve gone and thrown it all away.

Mama, ooh,

Didn’t mean to make you cry,

If I’m not back again this time tomorrow,

Carry on, carry on as if nothing really matters.

Too late, my time has come,

Sent shivers down my spine,

Body’s aching all the time.

Goodbye, everybody, I’ve got to go,

Gotta leave you all behind and face the truth.

Mama, ooh (anyway the wind blows),

I don’t wanna die,

I sometimes wish I’d never been born at all.

I see a little silhouetto of a man,

Scaramouche, Scaramouche, will you do the Fandango?

Thunderbolt and lightning,

Very, very frightening me.

(Galileo) Galileo.

(Galileo) Galileo,

Galileo Figaro

Magnifico.

I’m just a poor boy, nobody loves me.

He’s just a poor boy from a poor family,

Spare him his life from this monstrosity.

Easy come, easy go, will you let me go?

Bismillah! No, we will not let you go. (Let him go!)

Bismillah! We will not let you go. (Let him go!)

Bismillah! We will not let you go. (Let me go!)

Will not let you go. (Let me go!)

Never, never let you go

Never let me go, oh.

No, no, no, no, no, no, no.

Oh, mama mia, mama mia (Mama mia, let me go.)

Beelzebub has a devil put aside for me, for me, for me.

So you think you can stone me and spit in my eye?

So you think you can love me and leave me to die?

Oh, baby, can’t do this to me, baby,

Just gotta get out, just gotta get right outta here.

(Oh, yeah, oh yeah)

Nothing really matters,

Anyone can see,

Nothing really matters,

Nothing really matters to me.

Anyway the wind blows.

Bohemian Rhapsody Queen traduzione

Questa è la vita vera?

o è solo fantasia?

Travolto da una frana

Senza scampo dalla realtà

Apri gli occhi

Alza lo sguardo al cielo e vedrai

Sono solo un povero ragazzo,

non ho bisogno di essere capito

Perché mi lascio trasportare,

sono un indolente,

Un po’ su un pò giù

Comunque il vento continua a soffiare,

a me non importa,

 

Mamma, ho appena ucciso un uomo,

Gli ho puntato una pistola alla testa,

Ho premuto il grilletto, ed ora è morto,

Mamma, la vita era appena iniziata,

Ma ora l’ho lasciata e l’ho buttata via

Mamma, Non volevo farti piangere

Se non sarò tornato a quest’ora domani

Va avanti, va avanti, come se niente fosse stato

Troppo tardi, è venuta la mia ora,

Rabbrividisco

Il corpo mi fa male in continuazione,

Addio a tutti, devo andare

Devo lasciarvi tutti ed affrontare la verità

Mamma, Non voglio morire,

Qualche volta vorrei non essere mai nato

Intravedo una sottile sagoma d’uomo,

Fulmini e saette molto, molto spaventoso

Galileo, Galileo,

Galileo figaro Magnifico

Ma sono solo un povero ragazzo e nessuno mi ama

solo un povero ragazzo di povera famiglia

Risparmiate la sua vita da questa mostruosità

mi lascio trasportare, sono un indolente,

mi lascerete andare?

No, non ti lasceremo andare

lasciatelo andare

Non ti lasceremo andare

lasciatelo andare

Non ti lasceremo andare – lasciatemi andare

Non ti lasceremo andare – lasciatemi andare

No, no, no, no, no, no, no

Mamma mia, mamma mia, mamma mia lasciami andare

Beelzebù ha messo un diavolo da parte per me,

Così pensate di potermi lapidare

e sputarmi in un occhio

Così pensate di potermi amare

e lasciarmi morire

Oh tesoro non puoi farmi questo

Devo solo uscirne

Devo solo uscire dritto via da qui

Niente veramente importa

Chiunque può capirlo

Niente veramente importa,

niente veramente m’importa,

Comunque il vento continua a soffiare…

Articolo di: Filippa Marinetti



Personaggi citati nell'articolo

Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento