Harley Davidson la nascita di un mito

Harley Davidson

Un piccolo garage che misura 3 metri per 5, è qui che prende vita il mito della Harley-Davidson, un mito che mai è stato intaccato dal corso del tempo e che rimane inalterato dopo aver superato due guerre, arrivando a celebrare il centenario.  Il garage in questione è quello di Arthur Davidson, 20 anni.

Nel 1902 a Milwaukee, città degli Stati Uniti d’America nello Stato del Wisconsin, Arthur Davidson e l’amico William Harley, 21 anni, costruiscono un prototipo di bicicletta a motore e il 28 agosto 1903 nasce la società Harley-Davidson fondata da William Harley, Arthur Davidson, e i due fratelli di quest’ultimo, William e Walter.
Il primo anno non fu dei migliori, vennero venduti tre esemplari soltanto. Ma poi furono apportate modifiche al telaio e nel 1906, in Juneau Avenue, nacque il primo concessionario, dove tuttora sorge la sede principale.
Da qui in poi la produzione delle motociclette cresce progressivamente e nel 1907 ne vengono prodotte 150.
Comincia inoltre la vendita delle prime moto alle forze di polizia. La velocità massima raggiunta delle moto di questo periodo è di 97 km/h e ne vengono prodotte 1.149 esemplari, era nato un mito.

Articolo di: Pietro Frattini



Personaggi citati nell'articolo

Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento