IRON DAD- la storia del team Hoyt

IRON DAD- la storia del teamHoyt

IRON MAN - 42.195 km a piedi, 3.8 km a nuoto, 180 km in bicicletta.

Questa storia inizia a Winchester, nel Massachusetts, 43 anni fa, quando Rick, suo figlio, rimase soffocato dal cordone ombelicale durante il parto, lasciandogli un danno cerebrale e inabile a controllare gli arti.
“Sarà un vegetale per il resto della vita;” – racconta Dick – lo dissero i dottori a lui e a sua moglie Judy quando Rick aveva nove mesi. “Mettetelo in un istituto.”
Ma gli Hoyt non ci stavano. Avevano notato che gli occhi di Rick li seguivano per la stanza. Quando Rick ebbe 11 anni lo portarono alla facoltà di Ingegneria alla Tufts University di Boston e chiesero se ci fosse qualcosa che permettesse al ragazzo di comunicare.
Superato un primo scetticismo lo collegarono a un computer che gli permetteva di controllare un cursore toccando un interruttore con un lato della testa, Rick fu finalmente in grado di comunicare.
Le prime parole? “Go Bruins!” [squadra di hockey di Boston]

La scuola organizzò quindi una piccola corsa di 8 km dove partecipò anche il padre spingendo in carrozzina Rick, e come racconterà Dick "Mi chiamavo da solo "il ciccione", sono arrivato distrutto ma mio figlio mi scrisse con il computer “Papà quando correvamo, non mi sentivo più disabile!”
E quella frase cambiò la vita di Dick. Divenne ossessionato dall’idea di far provare a Rick quella sensazione più spesso che poteva. Si mise così in forma creando quello che venne chiamato il "team Hoyt".

Volevano quindi partecipare a gare ufficiali ma la risposta fu negativa poiché gli Hoyt non erano un corridore singolo, e non erano un contendente in sedia a rotelle.
Per diversi anni Dick e Rick si unirono semplicemente alle enormi competizioni, finché non trovarono un modo per entrare in gara ufficialmente: nel 1983 corsero una maratona così forte che si qualificarono per quella di Boston dell’anno successivo.
Poi qualcuno disse, “Ehi, Dick, perché non il triathlon?”

Ora hanno all’attivo 212 gare di triathlon, inclusi 4 Ironman da 15 ore alle Hawaii.

Alla domanda: "Perché non provi a vedere cosa faresti da solo?" Rispose:“Neanche per idea lo faccio puramente per la sensazione straordinaria che provo nel vedere Rick con un sorrisone mentre corriamo, nuotiamo e pedaliamo insieme."

Quest’anno, alle rispettive età di 65 e 43 anni, Dick e Rick hanno finito la loro ventiquettresima maratona, al 5.083esimo posto su oltre 20.000 concorrenti.

Il loro miglior tempo? Due ore, 40 minuti nel 1992, solo 35 minuti in più rispetto al record del mondo assoluto.

Rick ora ha la sua casa (riceve assistenza a domicilio) e lavora a Boston. Dick è in pensione dalla sua occupazione come militare e che vive a Holland, Massachusetts e trovano sempre il modo per stare insieme. Fanno conferenze in giro per il paese e gareggiano in competizioni durissime ogni fine settimana.

Il 21 aprile 2014 hanno concluso la loro carriera con la Maratona di Boston.

Articolo di: Pietro Frattini



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento