Addio ai Koala, sono funzionalmente estinti

Addio ai Koala, sono funzionalmente estinti

Nel giro di qualche anno potremo dire addio per sempre ai koala, ad uno dei mammiferi più curiosi del mondo animale, tra i simboli dell'Australia, la principale zona del mondo in cui abitano questi esseri tanto graziosi quanto pigri. L'allarme sulla condizione dei koala è stato lanciato dall'Australian Koala Foundation, secondo cui la popolazione dei piccoli mammiferi è "funzionalmente estinta".

Cosa vuol dire? Significa che la popolazione dei koala è diminuita a tal punto da non riuscire a potersi riprodurre per la futura generazione. Attualmente ne sono rimasti soltanto 80mila esemplari. I cambiamenti climatici, le malattie, la deforestazione e una scarsa attenzione politica sono le principali cause che stanno portando questa specie verso l'estinzione.

Secondo alcune stime, un secolo fa in Australia vivevano circa 8 milioni di esemplari, mentre oggi ne sopravvive meno dell'1%.

Iniziando dagli stermini avvenuti a fine '800 e inizio '900, in cui i bracconieri fecero strage di questi animali per ricavarne pellicce, fino ad arrivare alle conseguenze dell'attività industriale, che negli ultimi 30 anni ha devastato gli habitat di questi piccoli mammiferi.

L'ultima possibilità per salvare i koala è quella di proteggere i superstiti, ma le chance sono poche, come confermato da Deborah Tabart, presidentessa dell'Australia Koala Foundation: "Da anni stiamo chiedendo ai governi di aiutarci nella battaglia per salvare il simbolo dell'Australia, ma i politici rimandano gli impegni e inventano scuse. La cosa più assurda è che abbiamo una legge che permette alle aziende di distruggere gli habitat degli animali"

Articolo di: Filippa Marinetti



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento