La scoperta dell’insulina

La scoperta dell’insulina

A Toronto Frederick Banting e Charles Best rimuovono il pancreas di un cane e descrivono il risultato:
“Il suo zucchero nel sangue aumenta. Esso diventa assetato, beve molta acqua ed urina ancora più spesso. Esso diventa sempre più debole. Il cane ha sviluppato il diabete.”

Dopo qualche settimana i due riescono ad estrarre, dai pancreas dei cani sottoposti ad esperimento, una sostanza che chiamano “isletina” la quale, sebbene ancora impura, è in grado di alleviare i sintomi del diabete nell’animale da esperimento.

A fine anno si unisce al team di Banting una terza persona, il biochimico James Bertram Collip, il quale riesce a rendere pura l’isletina (ora chiamata “insulina“) al punto tale da poterla provare anche sugli umani.

Nel Gennaio 1922 a Toronto, in Canada, un ragazzo di 14 anni, Leonard Thompson, viene scelto come primo essere umano affetto da Diabete a ricevere l’insulina. Il test è un successo: Leonard, che prima dell’iniezione di insulina era moribondo, riprende rapidamente le sue forze e l’appetito.

Articolo di: Antonio Schivardi



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento