Nelson Rolihlahla Mandela

Nato a Mvezo
il 18/07/1918
Morto a Johannesburg
il 05/12/2013
Professione: Politico
Wikipedia


Primo presidente del Sudafrica del post-apartheid nonché primo non bianco a ricoprire tale carica; attivista per i diritti civili e avvocato, aveva scontato 27 anni di carcere per la sua opera di pieno riconoscimento dei diritti civili degli appartenenti ai gruppi etnici non bianchi.

Insieme al presidente della fine dell'apartheid Frederik de Klerk fu insignito del premio Nobel per la pace del 1993.

Uomo simbolo dell'uguaglianza e dell'antirazzismo, premio Nobel, Lenin e Sakharov per pace e libertà di pensiero ha saputo dosare differenti approcci politici e pragmatici alla lotta di liberazione del suo popolo, dalle iniziali teorie di opposizione non violenta di Gandhi, che tenterà anche in seguito di anteporre, alla lotta armata, dal comunismo marxista alla democrazia.

Di ideologia Ubuntu, internazionalista ma nel disegno del nazionalismo africano e socialista democratica, la sua ispirazione politica venne influenzata dal marxismo.

Negli anni successivi, portò l'ANC nell'Internazionale Socialista. Protagonista insieme al presidente Frederik Willem de Klerk dell'abolizione dell'apartheid all'inizio degli anni novanta, venne eletto presidente nel 1994, nelle prime elezioni multirazziali del Sudafrica, rimanendo in carica fino al 1999. Il suo partito, l'African National Congress (ANC), è rimasto da allora ininterrottamente al governo del paese.

Mandela è il cognome assunto dal nonno paterno. Il nome "Rolihlahla" (letteralmente "colui che provoca guai") gli fu attribuito alla nascita; "Nelson" gli fu invece assegnato alle scuole elementari.

Il nomignolo Madiba era il suo nome all'interno del clan di appartenenza, dell'etnia Xhosa.

Ufficio Postale

Articoli che parlano di Nelson Rolihlahla Mandela