Ipazia di Alessandria

Nato a Alessandria d’Egitto
il 28/01/0370
Morto a Alessandria d’Egitto
il 08/03/0405
Professione: Matematica
Wikipedia


Ipazia di Alessandria, prima donna a dare un contributo sostanziale allo sviluppo della matematica, era la figlia del matematico e filosofo Theon di Alessandria ed è quasi sicuro che ella studiò matematica sotto la guida e l'istruzione di suo padre.

Nata nel 370 diventò il capo della scuola platonica ad Alessandria, circa nel 400 d.C. Qui, tenne lezioni di matematica e filosofia, in particolare insegnando la filosofia del Neoplatonismo. Ipazia basò i suoi insegnamenti su quelli di Platone, il fondatore del Neoplatonismo e Iamblichus, che fu uno sviluppatore del Neoplatinismo, vissuto intorno al 300 d.C.

Alcuni anni dopo - nel mese di marzo dell'anno 415, ipoteticamente il giorno 8 - in accordo con quanto riportato da fonti autorevoli, Ipazia fu brutalmente uccisa dalle scimmie Nitrian, una setta cristiana fanatica, che supportava Cyril.

Secondo un'altra testimonianza (di Socrates Scholasticus), ella fu uccisa da una folla alessandrina, sotto il comando del lettore Peter. Comunque, fu sicuramente assassinata da uomini che si sentivano minacciati dalla sua cultura, dalla sua sapienza e dalla vastità della sua conoscenza scientifica.

Ufficio Postale

Articoli che parlano di Ipazia di Alessandria

Raccomandate on line