Frasi Celebri Winston Churcill parte seconda

Frasi Celebri Winston Churcill parte seconda

"Gli italiani perdono le guerre come se fossero partite di calcio e le partite di calcio come se fossero guerre."

"Ho tratto più io dall'alcol di quanto l'alcol abbia tratto da me."

"I panni dei servizi segreti si possono, anzi si devono lavare più spesso degli altri; ma, a differenza degli altri, non si possono mettere ad asciugare alla finestra. (riportata da Indro Montanelli su Il Giornale del 28 novembre 1975)"

"I problemi della vittoria sono più piacevoli di quelli della disfatta, ma non sono meno ardui."

"I socialisti sono come Cristoforo Colombo: partono senza sapere dove vanno. Quando arrivano non sanno dove sono. Tutto questo con i soldi degli altri"

"I veri furfanti sono di un'altra stoffa."[Dopo la fucilazione di Gian Galeazzo Ciano]

"In tempi di guerra la verità è così preziosa che deve sempre essere protetta da una cortina di bugie."

"Meglio fare le notizie che riceverle; meglio essere un attore che un critico."

"Nessuna ora della vita è sprecata, se viene passata in sella."

"Non c'è, per nessuna comunità, investimento migliore del mettere latte dentro i bambini."

"Non esisterà mai una guerra né piacevole, né veloce. "(Winston Churchill, The Second World War, Houghton Mifflin, London, 1951)

"Non ho altro da offrire che sangue, fatica, lacrime e sudore." (dal discorso alla Camera dei Comuni del 13 maggio 1940, replicato alla BBC circa un mese dopo)

"Quando penso ancora a tutte queste preoccupazioni, ricordo la storia di un uomo che, sul suo letto di morte, disse che tutta la sua vita era stata piena di preoccupazioni, la maggior parte delle quali per cose che mai accaddero."

"Senza tradizione, l’arte è un gregge di pecore senza pastore. Senza innovazione, è un cadavere."

"Si ritiene che il coraggio sia la prima delle virtù umane. È giusto, perché è la qualità che garantisce tutte le altre."

"Un'indifferenza alla logica, laddove possa condurre facilmente a gravi affanni, è una delle più spiccate peculiarità inglesi."

"Una pecora in abito da pecora." [Riferendosi a Ramsay MacDonald]

"Se fossi stato un italiano, sono sicuro che avrei dato la mia entusiastica adesione alla Vostra vittoriosa lotta contro gli appetiti e le passione bestiali del leninismo... L'Italia ci ha offerto l'antidoto necessario al veleno russo. D'ora in poi nessuna grande nazione sarà priva dei mezzi decisivi per proteggersi contro la crescita del cancro bolscevico. (1927: citato in George Orwell, Chi sono i criminali di guerra?, in Tra sdegno e passione, p. 369)"

"Che Mussolini sia un grand'uomo io non lo nego... ma è anche un criminale."

" È ben noto che nessun popolo è più preciso dei tedeschi nella preparazione e nella pianificazione, ma ugualmente nessun popolo può risultare maggiormente sconvolto quando i suoi piani falliscono. Essi non sono in grado di improvvisare."

"Si può quasi dire: prima di Alamein non avevamo mai vinto, dopo Alamein non perdemmo più."

Articolo di: Luca Scuriatti



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento