Strage per scommessa

Strage per scommessa

Il 20 ottobre 1986 il volo Aeroflot 6502 era un volo nazionale sovietico la cui tratta partiva da Sverdlovsk (oggi Yekaterinburg) per arrivare a Grozny, che precipitò in data 20 ottobre 1986 a causa della sconsideratezza del pilota che provocò la morte di settanta dei novantaquattro tra passeggeri e membri dell'equipaggio a bordo.

In prossimità dell'aeroporto di Samara, dove era previsto uno scalo, il comandante Kliuyev fece una scommessa con il copilota Zhirnov: effettuare l'atterraggio con le tende della cabina di pilotaggio abbassate e quindi totalmente alla cieca salvo per la strumentazione.
Il risultato non fu quello sperato e l'aereo impattò la pista alla velocità di 280 km/h; ribaltandosi provocò la morte di 53 passeggeri e 5 membri dell'equipaggio, altre 11 persone morirono successivamente in ospedale.

Anche se Zhirnov non fece alcun tentativo per evitare l'incidente, successivamente cercò di aiutare i passeggeri e morì per arresto cardiaco in ospedale. Kliuyev è stato perseguito e condannato a quindici anni di carcere, ridotto poi a sei anni di servizi sociali.

Articolo di: Luca Scuriatti



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento

Cliccando sul pulsante potrai accedere alla pagina di Facebook de IL MEMORIALE e commentare l'articolo.