Nasce Schweitzer, premio Nobel per la pace

Nasce Schweitzer, premio Nobel per la pace

Il 14 gennaio 1875 nasceva Albert Schweitzer, medico, filosofo, teologo, pastore evangelico, musicista.

Egli, che sin da piccolo aveva mostrato una spiccata sensibilità nei confronti di ogni forma vivente, sentì come irresistibile il richiamo-vocazione a spendere la sua vita a servizio dell'umanità più debole.

Si ricorda come filantropo. Io preferisco dire attivista per i diritti umani.

Fu sempre in prima linea in difesa della vita, della dignità e dei diritti di ogni essere umano. Si oppose a tutte le uccisioni, le persecuzioni, le oppressioni. E al razzismo, alla discriminazione.

Fondò un ospedale nella foresta africana, si impegnò contro le armi atomiche.
Premio Nobel per la pace nel 1952.

«Riflettere sull'etica dell'amore per tutte le creature in tutti i suoi dettagli: questo è il difficile compito assegnato al tempo in cui viviamo»

Schweitzer non volle più ritornare a vivere nella sua terra natale, preferendo morire nella foresta vergine vicino alla gente a cui aveva dedicato tutto se stesso. E il 4 settembre 1965 morì, ormai novantenne, poco dopo sua moglie, nel suo amato villaggio africano di Lambaréné, e lì fu sepolto.

Articolo di: Pietro Frattini



Personaggi citati nell'articolo

Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento

Raccomandate on line