Il pasticcere Domenico Melegatri inventa il Pandoro

Nasce il pandoro, preferite il pandoro o il panettone?

La nascita ufficiale e commerciale   del pandoro di Verona ha una data precisa:  martedì 14 ottobre 1884 . Quel giorno il pasticcere veronese  Domenico Melegatti  presentò il brevetto di un dolce natalizio al Ministero di Agricoltura e Commercio del Regno d’Italia.

Per la sua ricetta, Melegatti si ispirò a una antica tradizione veronese . Durante il periodo natalizio, precisamente la sera della vigilia di Natale, le donne dei villaggi si riunivano per impastare il cosiddetto Levà , un dolce lievitato ricoperto da granella di zucchero e mandorle. L’inventore del pandoro prese la ricetta del Levà, eliminò la copertura, che poteva ostacolare la lievitazione e aggiunse uova e burro allo scopo di rendere morbido l'impasto.
Il pandoro era nato . Mancava solo la forma. A quella pensò Angelo Dall’Oca Bianca , un pittore di origine veronese, che disegnò lo stampo a piramide tronca e otto punte che contraddistingue il pandoro.

Dal 1884 in poi, questo prodotto ha fatto parecchia strada, sino a diventare  uno dei dolci natalizi più apprezzati in Italia . Il primato, come ben sapete, è conteso con  il panettone milanese  al punto che, ogni anno, noi italiani ci dividiamo puntualmente sulla domanda:  preferite il pandoro o il panettone?

Articolo di: Filippa Marinetti



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento