Muore l’ultimo rinoceronte bianco settentrionale

Muore l’ultimo rinoceronte bianco settentrionale

L'ultimo esemplare maschio di rinoceronte bianco settentrionale è morto all'età di 45 anni per complicazioni mediche dovute ad un'infezione non curabile. L'animale, che viveva insieme ad altre due femmine anziane della stessa specie nella riserva di Ol Pejeta Conservancy in Kenya, era malato da tempo. Le sue condizioni sono peggiorate nelle ultime 24 ore: non era in grado di alzarsi in piedi e per questo il veterinario ha deciso per l'eutanasia.

E' stata la stessa riserva ad annunciarlo con un tweet: "E' con grande dispiacere che Ol Pejeta Conservancy e il Dvur Kralove Zoo annunciano che Sudan, l'ultimo esemplare maschio al mondo di rinoceronte bianco settentrionale, è morto".

La morte di Sudan porta all'estinzione di questa sottospecie di rinoceronte anche perché le due femmine rimaste in cattività, Najin e sua figlia Fatu, avrebbero già superato l'età utile per la riproduzione anche in vitro.

Dopo le tre specie di elefanti era il più grosso animale terrestre, il suo nome in lingua zulu è Mkhombe.

I rinoceronti bianchi settentrionali sono stati sterminati negli anni Settanta e Ottanta dai bracconieri, a causa di un boom della domanda di corni per la medicina tradizionale cinese e per i manici dei pugnali in Yemen.

Nel 1960 c'erano oltre duemila esemplari di questa sottospecie. Le popolazioni di Uganda, Repubblica Centrafricana, Sudan e Ciad sono state spazzate via. Una ventina di esemplari sopravvissuti nel Parco nazionale di Garamba, nella Repubblica Democratica del Congo, sono stati uccisi nel corso della guerra civile, intorno al 2000.

Articolo di: Filippa Marinetti



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento

Raccomandate on line