Le prime raffigurazioni dell’amicizia uomo-cane

Le prime raffigurazioni dell’amicizia uomo-cane.

Le immagini risalgono a otto-novemila anni or sono: un’epoca che abbiamo sempre considerato troppo precoce per la domesticazione del cane e che invece, come testimoniano le riprese, segna quasi sicuramente la prima comparsa dell’animale nella vita dell’essere umano.

A ritrovarle, su una scogliera di arenaria lungo un antico fiume nel deserto dell’Arabia Saudita, un team di archeologi guidati dalla scienziata Maria Guagnin del Max Plank di Jena, in Germania, in collaborazione con la Commissione per il turismo e il patrimonio nazionale del paese.

Dopo tre anni di duro lavoro, 1.400 rocce analizzate e 7.000 animali esaminati uno a uno, sono stati identificate le sagome di un cacciatore e dei suoi (ben 13) quattrozampe, due dei quali uniti a lui da una linea: un probabile guinzaglio (anche se la sua natura è ancora sotto indagine).

Articolo di: Pietro Frattini



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento