Il cimitero delle prostitute di Londra

Il cimitero delle prostitute di Londra

“Cross Bones Graveyard” – situato nella periferia sud di Londra, non lontano dal Shakespeare’s Globe – viene fondato in epoca medievale come luogo di sepoltura di donne non sposate, ma già dal 1500 il camposanto viene conosciuto come il “cimitero delle prostitute” poiché destinato a raccogliere le spoglie delle numerose prostitute della città.

Nello stesso periodo intorno a Cross Bones cresce “The Mint”, il quartiere più pericoloso e malfamato della capitale inglese.

Si è stimato che presso Cross Bones Graveyard siano state sepolte, dal 1700 in poi, più di 15.000 persone.

Cross Bones viene chiuso nel 1853 per questioni di pubblica igiene.

Nella zona destinata alla sepolture delle prostitute, gli studiosi hanno rinvenuto anche frammenti ossei di bambini. Secondo i ricercatori, l’età media delle prostitute sepolte a Cross Bones si aggirava sui 36 anni e alcune di queste risultavano incinte al momento della morte.

Oggi il cimitero – in disuso – è meta di curiosi ed è tenuto aperto da un gruppo di volontari che gestisce anche “The Tribute Gate”, una cancellata – che ricoperta di fiocchi, piume, nastri colorati, fiori e collanine – ricorda le numerose prostitute sepolte nei secoli proprio a Cross Bones.

Articolo di: Antonio Schivardi



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento