Central Park

Central Park

L'esploratore fiorentino Giovanni da Verrazzano scopre l'isola di Manhattan nel 1524, alla foce del fiume Hudson, il nome deriva dal linguaggio Algonquin ( uno dei linguaggi conosciuti dagli indiani ) dove Manhattan significava ” isola delle colline “.

In passato, anche se sembra strano vedendola oggi, l’isola presentava diverse colline e un aspetto molto roccioso in parte visibile a Central Park.

Gli abitanti erano della tribù del popolo Algonchino (che oggi sopravvive nella riserva di Shinnecook, a Long Island), essi avevano già tracciato il percorso dell’odierna Broadway e abitavano un villaggio, Sapohanikan, dove attualmente sorge il Greenwich Village.

Il Central Park, aperto nel 1856, fu progettato da Frederick Law Olmsted e Calvert Vaux, infatti anche se il parco sembra naturale, è in gran parte opera dell'uomo.

Il terreno preesistente presentava cave, avvallamenti, paludi ed era in parte una baraccopoli tanto da scoraggiare il sindaco di allora, Alexander Josephyn.

Fortunatamente Vaux riuscì a bonificare l'area è a completare un'opera, in gran parte quindi artificiale, che rimane oggi un luogo di culto per i turisti e un punto di ritrovo è di svago per i Newyorkesi. 

 

Articolo di: Pietro Frattini



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento