Il carnevale, origini e significato

Il carnevale

Carnevale (dal latino Carnem levare = eliminare la carne) è una festa che si celebra nei paesi di tradizione cattolica (sebbene l'elemento distintivo dell'uso delle maschere ha origine molto più antica) e si riferisce ad un periodo dell'anno che precede la Quaresima (giorni di preparazione alla Pasqua cristiana, in ricordo dei quaranta giorni trascorsi da Gesù nel deserto). 

Il periodo di digiuno inizia il giorno dopo la fine del carnevale, il Mercoledì delle Ceneri, in cui i fedeli sono tenuti a far penitenza e ad osservare il digiuno e l'astinenza dalle carni.

L'ultimo giorno di CARNEVALE viene definito MARTEDI' GRASSO, ovvero "l'ultimo giorno in cui si può mangiare di grasso".

Il termine fa riferimento al consumo di cibi prelibati e gustosi che, soprattutto in passato quando la festa religiosa era maggiormente sentita, venivano consumati in questo giorno che segnava anche la vigilia del digiuno quaresimale.

A seconda dei Paesi e delle regioni d’Italia, il martedì grasso può assumere nomi differenti o non esistere affatto come nel caso di Milano che segue il rito ambrosiano secondo cui l’ultimo giorno di Carnevale è il sabato anziché il martedì.

Nel Regno Unito e negli USA, invece, il martedì grasso prende il nome di Pancake Day. Comunque la si chiami, questa giornata ha perso oggi gran parte della sua connotazione religiosa divenendo occasione di festa e divertimento soprattutto per i più piccoli.

Articolo di: Il Memoriale



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento

Raccomandate on line