Il massacro dell'Università Thammasat

Il massacro dell

Il massacro dell'Università Thammasat, detto anche massacro del 6 ottobre 1976, fu il risultato della dura repressione da parte della polizia e di gruppi paramilitari dell'estrema destra contro la protesta studentesca che si svolse all'Università Thammasat e nella vicina piazza Sanam Luang di Bangkok, in Thailandia.

Gli studenti di vari istituti universitari si erano radunati per protestare contro il ritorno nel Paese del chòm phón Thanom Kittikachorn, ex dittatore e primo ministro in esilio dal 1973.

Furono centinaia le vittime del massacro. Durante il massacro gli aggressori spararono, percossero e mutilarono molti manifestanti.

Il giorno stesso del massacro vi fu un colpo di Stato: una giunta controllata dai militari e capeggiata dal ministro della Difesa, l'ammiraglio Sangad Chaloryu, si impadronì del potere e due giorni dopo pose a capo del governo il presidente della corte suprema Thanin Kraivichien, un convinto anticomunista che non era mai entrato in politica.

Articolo di: Pietro Frattini



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento