Bambini impiegati nelle miniere di carbone

Bambini impiegati nelle miniere di carbone

Un gruppo di 'breaker boys', i bambini impiegati nelle miniere di carbone per rompere il minerale, selezionarlo e separarlo dalle impurità.

Nella Guida del minatore, un libro pubblicato in italiano a Pittsburgh nel 1914, l’autore si premurava di specificare che "Nelle miniere degli Stati Uniti i ragazzi possono essere impiegati in due qualità di lavoro: attendere alle porte nelle vie di passaggio, e guidare i muli. Nessuno di questi lavori può superare le forze fisiche dei ragazzi di una giusta età".

Sono immagini d'epoca che documentano la vita dei bambini americani dal 1908 al 1924, e in particolare di quelli impegnati in lavori anche molto duri.

Il fotografo Lewis Hine (1874-1940) ha attraversato tutti gli Stati Uniti per conto del Comitato nazionale per il lavoro minorile (Nclc) scattando foto di bambini al lavoro nelle fabbriche, nei campi e anche impegnati in lavori domestici, con particolare attenzione alle loro condizioni di salute.

Hine era un fotografo investigativo che voleva promuovere riforme sociali in favore dei minori e spesso il suo lavoro era osteggiato dagli adulti che sfruttavano il lavoro dei bambini. Ne esce un affascinante spaccato della società americana della prima metà del secolo.

Articolo di: Valentina Rossi



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento