La fine del Concorde

La fine del Concorde

Le fiamme avvolgono l’aereo Concorde di Air France poco prima dello schianto a Gonesse, vicino all’aeroporto Roissy a Parigi, il 25 luglio 2000.

Tutti e cento i passeggeri, nove membri dell’equipaggio e quattro persone presenti sul luogo dello schianto morirono nell’incidente.

L’incidente, l’unico nella storia dell’aereo supersonico, fece molto scalpore e sancì il primo passo verso l’abbandono dei voli supersonici per l’aviazione civile.

Dieci anni dopo l’incidente, il tribunale di Pontoise, un comune poco oltre la periferia di Parigi, ha stabilito che a causarlo fu una striscia metallica in titanio lasciata sulla pista dell’aeroporto da un aereo della compagnia statunitense Continental Airlines.

Articolo di: Pietro Frattini



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento

Raccomandate on line