Il volto umano di una malattia

David Kirby aids

David Kirby muore il 5 maggio del 1990, nel novembre del 1990, la rivista Life decise di pubblicare quella foto che divenne rapidamente l'immagine simbolo per tutte le persone affette dal virus dell'Hiv. 
Dopo lungo tempo, la rivista ha deciso di condividere la storia commovente che si cela dietro quella foto e lo ha fatto attraverso i ricordi della fotografa Therese Frere:

«Kirby era nato e cresciuto in una piccola città dell'Ohio. Negli anni Ottanta, l'uomo si era distinto per il suo appassionato attivismo a sostegno dei diritti degli omosessuali. Per questo motivo, Kirby fu costretto a trasferirsi in California e a estraniarsi dalla sua famiglia, ma alla fine degli anni Ottanta scoprì di aver contratto il virus dell'Hiv.
Il giorno che David è morto alcuni infermieri avevano chiamato Il padre chiedendogli di far compagnia a David. Lui portò anche me, ma mi fermai fuori dalla stanza di David, assorta nei miei pensieri, quando a un certo punto la madre di David venne fuori e mi disse che volevano una foto che li immortalasse mentre davano l'ultimo saluto al loro figlio.
Entrai, rimasi in silenzio in un angolo, l'unica parte del mio corpo che muovevo erano le mani che stringevano la macchina fotografica. Puntai l'obiettivo e scattai. Solo in seguito ho capito che lì dentro era accaduto qualcosa di veramente incredibile. Ed era avvenuto proprio di fronte a me". »

L'immagine aveva restituito un volto umano a quella malattia che stava mietendo migliaia di vittime, molte delle quali morivano in maniera del tutto inconsapevole. 

Articolo di: Pietro Frattini



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento